Tipologie di procedimento

Esenzioni IMU 2021 connesse a emergenza da COVID-19

Responsabile di procedimento: De Ritis Miranda
Responsabile di provvedimento: De Ritis Miranda

Uffici responsabili

Servizio Tributi

Descrizione

La legge  30 dicembre 2020 n. 178 (legge di Bilancio 2021) prevede agevolazioni per il pagamento dell'IMU 2021.

In particolare sono esentati dal pagamento della prima rata (acconto 2021):

  • stabilimenti balneari, termali;
  • agriturismi;
  • alberghi;
  • ostelli della gioventù;
  • affittacamere;
  • bed&breakfast;
  • residence;
  • campeggi;
  • capannoni usati per allestimenti fieristici;
  • discoteche;
  • sale da ballo.

Per queste strutture e per quelle ricettive resta valido il requisito per cui soggetto passivo d'imposta e gestore dell'attività devono coincidere.

Con la conversione del  DECRETO LEGGE SOSTEGNI N. 41/2021, nella  Legge n. 69/2021, in considerazione del perdurare della pandemia da Covid 19, il Governo è intervenuto nuovamente in merito alla cancellazione dei versamenti IMU per l’anno 2021 per determinate categorie di contribuenti. In particolare:

  • non è dovuta la prima rata IMU 2021 relativa agli immobili posseduti dai soggetti passivi per i quali ricorrono le condizioni di cui all’art. 1 commi da 1 a 4 del decreto sostegni;
  • l’esenzione si applica solo agli immobili nei quali i soggetti passivi esercitano le attività di cui siano anche gestori.

Requisito soggettivo:

  • essere soggetti titolari di partita IVA che svolgono attività d’impresa, arte o professione o producono reddito agrario;
  • essere residenti o stabili nel territorio dello Stato;
  • nel secondo periodo d’imposta antecedente al periodo di entrata in vigore del presente decreto abbiano conseguito un ammontare di ricavi o di compensi non superiore ai dieci milioni di euro;
  • il contributo spetta anche agli enti non commerciali, compresi gli enti del terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti, in relazione allo svolgimento di attività commerciali;
  • l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell’anno 2020 deve essere inferiore del 30% dell’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del 2019.

Requisito oggettivo: esercizio e gestione dell’attività nell’immobile di cui si è soggetto passivo IMU.

 

COME COMUNICARE IL DIRITTO ALL'ESENZIONE

Ai sensi dell'art. 19 del vigente Regolamento IMU, per beneficiare dell'esenzione è necessario presentare, entro il 30/06/2022, la Dichiarazione IMU 2021 (scadenza 30/06/2022) dichiarando il possesso dei requisiti per l’esenzione della rata di acconto IMU 2021, in particolare

  • indicando i riferimenti catastali dell'immobile per il quale si è usufruito dell'esenzione;
  • barrando la casella acquisto ed esente, indicando il periodo di esenzione (1/1/2021 e data fine 30/06/2021);
  • riportando, nelle annotazioni, la partita IVA ed il codice ATECO dell'attività svolta;
  • nelle annotazioni dovrà essere indicato il possesso dei requisiti previsti dal D.L. 41/2021 convertito nella L. 69/2021 e riportare il protocollo telematico dell’istanza presentata all’Agenzia delle Entrate per dichiarare il possesso dei requisiti.
  • Per maggiori approfondimenti sull'obbligo della presentazione della Dichiarazione IMU è possibile consultare le faq del MEF dell'8 giugno 2021.

Chi contattare

Personale da contattare: Ciotta Maria Rosa
Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: 31/12/2021
Facebook Twitter Linkedin
Recapiti e contatti
Corso Roma, 7 - 66023 Francavilla al Mare (CH)
PEC protocollo@pec.comune.francavilla.ch.it
Centralino +39. 085.49201
P. IVA 00110400694
Linee guida di design per i servizi web della PA
Seguici su: